CLINICA CAMARILLO
jazz standards latin ballads

Marco Piva Dottor Stranamore Basso elettrico e contrabbasso
Francesco "Fenò" Filomena Direttore Laboratorio Analisi e Sperimentazione Pianoforte e tastiere.
Roberto Giannini Primario della Clinica Batteria
Enrico Benvenuti Sax Sassofono

Si autodefinisce ironicamente “Il più famoso e incredibile centro di riabilitazione mentale”. Un po’ come il Camarillo State Mental Hospital in California dove negli anni 40 veniva ricoverato l’altosassofonista Charlie Parker precursore del jazz moderno. Sono infatti musicisti e compositori del calibro di Parker, Miles Davis, Carlos Antonio Jobim ad ispirare il repertorio della Clinica Camarillo che ripropone standard jazz celebri e di intramontabile fascino. Per loro il “virus” della musica è un antidoto cosmico per combattere i mali del mondo: apatia, depressione e iperattività. Una storia nata alla fine degli anni ottanta e passata attraverso vari progetti musicali che ha portato alla nascita dell’attuale gruppo nel 2004 con alla batteria Roberto Giannini, il “Primario della Clinica”, alle tastiere Francesco Filomena, il “Direttore del laboratorio analisi e sperimentazioni” e al basso Marco Piva il “Dottor Stranamore”. Nel 2005 entra in “clinica” il “Paziente Sotto osservazione” Alessandro “Ettore” Belli alla tromba e nel 2006 Enrico Benvenuti al sax il quale vanta collaborazioni con musicisti di fama internazionalie quali Kenny Willer, Bruno Tommaso, Massimo Monganti e Massimo Manzi.